Tirocinio Professionalizzante per Psicologo

In questa pagine sono raccolte le principali informazioni relative al tirocinio professionalizzante valido per l'accesso all'Esame di Stato per la professione di psicologo.

 

Tirocinio professionalizzante valido per l'accesso all'Esame di Stato

Per poter accedere all'Esame di Stato (sezioni A e B dell'Albo) tutti i laureati in Psicologia devono svolgere un tirocinio annuale presso strutture (Dipartimenti/Istituti di Discipline Psicologiche delle Università, Aziende/Enti pubblici e privati) ritenute idonee dal Dipartimento di Psicologia, d'intesa con il competente Ordine degli Psicologi.

I requisiti per l’accesso agli Esami di Stato sono:

  • per l’abilitazione all’esercizio della professione di Dottore in Tecniche Psicologiche (sezione B dell’Albo): Laurea di I° livello (L 24) e un semestre di tirocinio, per complessivi 20 cfu (500 ore);
  • per l’abilitazione all’esercizio della professione di Psicologo (sezione A dell’Albo): Laurea Magistrale (LM 51) e un anno di tirocinio, per complessivi 40 cfu (1.000 ore).

Il tirocinio professionalizzante può iniziare esclusivamente dopo il conseguimento della Laurea.

Per tutte le informazioni necessarie consultare il Regolamento e le domande frequenti.

Individuazione della sede di tirocinio

Per individuare la sede di svolgimento del tirocinio, il laureato deve consultare l'elenco delle strutture convenzionate ed idonee ad ospitare tirocini professionalizzanti. Per poter inserire un nuovo tutor è necessario compilare e inviare all'Ufficio Tirocini e Placement l'apposita modulistica.

Chi desiderasse proporre una nuova sede di tirocinio può consultare la relativa pagina informativa e successivamente contattare l'Ufficio Tirocini e Placement del Campus di Cesena.
Si precisa comunque che l'iter di valutazione/approvazione di un nuovo ente ha una durata generalmente non inferiore a sei mesi. Fatti salvi i normali tempi di lavorazione, è comunque escluso che le richieste di valutazione dei requisiti di idoneità pervenute oltre la prima metà del mese di giugno possano essere valutate prima di settembre.

La sede di svolgimento del tirocinio deve in ogni caso essere  convenzionata con l'Università e avere ottenuto la specifica idoneità ad ospitare i tirocini professionalizzanti prima dell'inizio dell'attività.

Per informazioni sul tirocinio professionalizzante all'estero consultare le relative Istruzioni. 

Attivazione del tirocinio

Dopo avere individuato l'azienda ospitante, il tirocinante deve prendere contatti col referente aziendale ed accordarsi rispetto al programma, ai tempi di partecipazione ed ai dettagli di tirocinio e presentare (o spedire per posta a/r) all'Ufficio Tirocini e Placement la domanda di tirocinio composta da: 

      1. Domanda al Magnifico Rettore (con una marca da bollo da 16,00
          euro e compilata in ogni sua parte);

      2. Autorizzazione dell'Ente, a cura della struttura ospitante;

      3. Progetto di tirocinio a cura del Tutor psicologo;

      4. Ricevuta del pagamento di euro 104,64 che deve avvenire presso 
          qualsiasi Agenzia UNICREDIT BANCA presente  sul territorio
          italiano attraverso il modulo che si può scaricare da questa pagina.

        5. Autocertificazione di laurea solo per i laureati in Atenei diversi da
            quello di Bologna.
Tutti i documenti devono essere presentati in formato originale. Una volta registrata la domanda, l'Ufficio invierà per email al tirocinante il registro presenze di tirocinio, nel quale dovrà essere registrata l'attività giornaliera svolta: al termine dell'attività tale registro dovrà essere firmato dal tutor al fine della certificazione delle presenze e timbrato dalla struttura ospitante.

NB: Coloro che hanno intenzione di sostenere l'Esame di Stato presso il nostro Ateneo nella sessione di novembre 2018 e che si laureano nella sessione di novembre 2017 devono presentare domanda e iniziare il tirocinio entro e non oltre il 21 novembre 2017. Le 1000 ore dovranno essere pertanto svolte entro la data precedente della prima prova dell'Esame di Stato di novembre 2018 (la cui data non è nota). In caso si intenda sostenere l'Esame di Stato presso Altri Atenei è necessario verificare le norme interne di questi ultimi.


Conclusione del tirocinio

Al termine dell'attività il tirocinante deve obbligatoriamente riconsegnare (o spedire) all'Ufficio il registro presenze prima di presentare domanda di Esame di Stato.

Inoltre, a decorrere dal 13/07/2015, è necessario compilare il questionario online predisposto in collaborazione con l'Ordine professionale degli Psicologi dell'Emilia Romagna. Al termine della compilazione è necessario stampare la ricevuta e consegnarla all'Ufficio unitamente al registro presenze.

Richiesta di certificazione di tirocinio svolto per effettuare l'Esame di Stato presso un altro Ateneo

Per effetto della Legge n. 15/2011 non è possibile rilasciare il certificato di tirocinio svolto in quanto tra pubbliche amministrazioni non vengono emessi certificati. Il tirocinante è pertanto è tenuto a produrre un'autocertificazione.